Facebook Twitter
vthought.com

La Comunicazione E Il Cervello

Pubblicato il Gennaio 14, 2022 da James Simmons

Come esseri umani, nonostante il fatto che siamo tutti praticamente uguali, (avere una mente, un corpo, un luogo degli occhi) siamo tutti cablati in modo diverso. Questo è importante da capire, poiché molte persone troppo spesso sentono che tutti dovremmo vedere le cose allo stesso modo e giungere alle stesse conclusioni.

Il primo è sapere che i nostri sentimenti provengono dalle nostre idee e le nostre idee provengono dalle nostre esperienze e i nostri incontri influiscono sul cablaggio della nostra mente. Questo a sua volta influenza il modo in cui vediamo, conosciamo e percepiamo le cose nella nostra capacità di connettersi e comunicare con altre persone

A causa del modo in cui siamo stati sollevati, le culture in cui ci troviamo, oltre alle diverse esperienze che abbiamo attraversato attraverso la struttura del cervello. E più ciò accade, più diversamente vediamo le cose nella vita e su ciò su cui decidiamo di concentrarci e concentrarci.

Ciò influenza anche il modo e la capacità della nostra mente di registrare, archiviare e richiamare informazioni.

Per darvi ed esempio di ciò che intendo, ci sono 3 regioni principali della mente che ho bisogno di enfatizzare, che aiutano a sviluppare e conservare i ricordi e che influenzano anche il modo in cui percepiamo eventi, cose e persone che ci circondano.

Sono l'amigdala, la corteccia e gli emisferi sinistro e destro. Tutto ciò che è abbastanza emotivo arriva attraverso l'amigdala, mentre è di amore o paura, eccitazione o ansia. Questi sono i ricordi che ricorderai di più.

A titolo di esempio, la maggior parte delle persone ricorderà dove si trovavano e cosa stavano facendo quando il 9-11 ha colpito. Quindi più ricordi intensivi hai avuto, più collegamenti avrai sul tuo cervello.

In secondo luogo, le informazioni sensoriali provengono direttamente dallo stelo cerebrale nell'ippocampo in cui viene salvata la memoria, ma una versione più selezionata arriverà dalla corteccia.

Filtriamo i dati attraverso il sistema per analizzare se vale la pena ricordare se le informazioni o se i dati sono conformi o contraddittori con i nostri sistemi di credenze. Se è in conflitto, ignoreremo le informazioni che ci stanno affrontando. Ciò influisce quindi sulla nostra comprensione e comunicazione.

Abbiamo molti metodi di filtraggio con gli occhi e le aree distinte del cervello, quindi si stima che otteniamo solo una parte davvero piccola dei dati che ci circondano. Diversi scienziati hanno affermato che otteniamo solo circa 1 miliardo dei dati che ci circondano. Questo è tra i motivi per cui quando i testimoni sono stati intervistati; La maggior parte fornirà account unici su ciò che è effettivamente accaduto.

Le persone vogliono cercare informazioni che supportano i loro sistemi di credenze. C'è una sicurezza nel sentirsi bene e per aggrapparsi a ciò che abbiamo pensato a tutte le nostre vite. Quindi respingiamo qualsiasi cosa di fronte a noi che è una contraddizione con quelle credenze.

Un altro posto sono gli emisferi sinistro e destro del cervello, uno è il logico e uno è il lato creativo. Siamo stati progettati per utilizzare entrambe le parti in cui avremmo usato il lato creativo per sviluppare idee e il lato logico per implementarle. Tuttavia, ci sono molte persone che usano solo un lato e che si rifiutano di usare l'altro. Quello che succede allora è che il lato che non stai usando inizia a atrofia per mancanza di utilizzo. Ciò riduce quindi anche la quantità di dati che otterrai.

La sfida è che se blocchi le informazioni intorno a te, allora fai scelte non informate e chiudi qualsiasi potenziale di crescita che hai dentro di te per avere successo.

Puoi iniziare a invertire la situazione essendo aperto all'apprendimento e vedendo cosa ti circonda. Quindi con la pratica potresti iniziare a notare, imparare di più e prendere decisioni più istruite e produttive.

Puoi quindi aprirti a un mondo di meraviglie e possibilità che non hai mai realizzato esistessero.